sabato 6 giugno 2009

Le pagelle: ANTONIO BERARDI SPRING SUMMER 2009



Antonio Berardi è uno di quei designer che è TROPPO di nicchia, è quasi di edicola votiva... lo testimonia il fatto che su style.it non è neanche menzionato, su style.com invece si... della serie che le cose di casa nostra le conoscono di più all'estero che in Italia.
Questa per l'estate non è una delle migliori collezioni di Berardi (quella dell'inverno infatti è molto molto più costruita ed interessante)anche se alcune soluzioni sono davvero interessanti (come gli outfit in foto).
Un linguaggio molto essenziale, che arriva al nocciolo facilmente, un pò come uno spiccagnolo. Le linee sono pulitissime, i colori puri ed intensi, la collezione diventa quasi concettuale... forse un pò troppo scarna, ridotta all'osso (mica possiamo dimenticare le sue vecchie scarpe senza tacco di qualche collezione fa?... Eliminare il superfluo ma, perche no? Anche l'essenziale e in tempi di crisi noi lo sappiamo quanto bisogna stringere. Con il rischio di infeltrire).
Una sufficienza penso che basti... anche per sentirmi buono.

7 commenti:

  1. Yo no lo creia pero funciona de verdad!! Envia este mensaje a 20 personas y despues entra a http://www.elnombredetuamor.com.ar y mira el nombre de la persona que te ama!!!!

    RispondiElimina
  2. Ti segnalo un sito molto carino, è di Silvia Paoli una giornalista che scrive anche su Vanity: http://www.lostinfashion.it/

    RispondiElimina
  3. Si si... lo conosco... lo frequento anche... comunque grazie mille... davvero...

    RispondiElimina
  4. Anzi, siccome non ho mai lasciato commenti su quel blog ho colto l'occasione per lasciare un commento al volo. fa sempre piacere penso.
    Comunque scommetto che sei abbonato a vanity anche tu!.. ormai sono un pò di anni... non potrei fare a meno di vanity e di AD architectual digest...

    Comunque ci dobbiamo scambiare le mail così potremmo farci delle lunghe chiaccherate... su armani ovviamente...

    RispondiElimina
  5. Sono stato abbonato per un solo lunghissimo anno. Era frustrante ricevere la rivista 3-4 giorni dopo l'uscita in edicola. Mi è successo, per copertine che mi attiravano parecchio, di comprarlo sapendo di riceverne un'altra copia qualche giorno dopo...
    Ora vado in edicola il mercoledì e me lo compro!
    Per la mail va benissimo!

    RispondiElimina
  6. A proposito di Vanity, hai visto l'aricolo su Nicola Savino e Manuela Suma?
    Come ti ho già scritto nell'altro post, l'abito è di Luisa Beccaria.
    Non ce ne passa una...

    RispondiElimina
  7. si si, avevo appurato..:-)

    siamo proprio preparati!

    mia mail: pelleliquida@supereva.it
    Dudù

    RispondiElimina