sabato 27 giugno 2009

Look Book Collections: Giorgio Armani fw 09/10

10 commenti:

  1. ...bello l'espediente dei riflessi lente per nascondere questi abiti di fine anni 90...perche questa collezione è degli anni novanta vero? :P

    RispondiElimina
  2. AHhahahah.... Marco, io non ho detto niente... hai detto tutto tu... ma appena ci vediamo ti do un bacio sulla fronte

    RispondiElimina
  3. Baciatevi, baciatevi....
    Questo è vero "S"tile! Con la S maiuscola.
    L'abbinamento dei guanti in vernice è strepitoso e l'allure generale sofisticato e androgino è senza tempo.

    RispondiElimina
  4. ALe... io ritengo che i guanti e i berretti siano la fortuna di questa collezione... attirano lo sguardo e non fanno pensare al resto... il basco poi per Armani è come il fiocco per Valentino... un feticcio... E io spero che Chiuri e Piccioli possano volentieri farne a meno, non totalmente ma in buona parte, nelle loro collezioni.
    Stile con la s maiuscola... nessuno mette in dubbio che Armani non sia stiloso... ma è uno stile anni 90... a me non piace però sicuramente farà la felicità di tanti tanti suoi estimatori

    RispondiElimina
  5. Se parliamo di anni, puoi anche classificarlo negli '80 tranquillamente. Il basco c'era già allora.
    C'è poco da dire, a me in generale le sue creazioni mi piacciono...
    Se ti è piaciuta però, la couture del "duo malefico" (non riesco nemmeno a nominarlo) con l'abitino rosso con le roselline in rilievo, copiato da uno degli anni '60, non ne farei un discorso di epoca o di innovazione. Parlerei semplicemente di gusto personale, che va benissimo.

    RispondiElimina
  6. Non lo lego agli anni 80 per il basco ma per lo stile... non è un basco che fa la differenza per fortuna.
    Che l'abitino rosso sia copiato non direi... ci trovo il riferimento giusto in una couture, la prima, celebrativa. Non so se poi hai visto la precollezione per l'inverno by chiusi e piccioli... io l'ho trovata incantevole... secondo me piano piano arriveranno, se riusciranno a tener duro, ad un livello di essenzialità mai visto nella maison... non potrebbero avere Miuccia come riferimento se non mirassero a questo. Ovviamente le cose si fanno piano... io confido in loro e non demordo... non mi fermo davanti a due collezioni.
    Poi, Armani ha un marchio su, un mercato fiorente, e carta vincente non si cambia... si dice così? Un pò come Fontana che di tagli ne ha fatti a migliaia dopo aver visto che la cosa gli fruttava... chiamalo scemo... di sicuro non abbiamo bisogno di tutti quei tagli... bastavano i primi 10...

    Poi ovviamente subentra il gusto personale... e qui ci fermiano

    RispondiElimina
  7. Armani si arrende, dopo anni di mascolinità severa nella scelta delle modelle (solo tagli corti ai capelli )
    scarpe piatte..senza possibilità di discuterne
    aria androgina, con andatura.....pomeridiana ,
    tessuti morbidi ,
    ecco per la collection fall 2009/2010
    alle prime battute
    escono donne decisamente poco armaneggianti
    tacchi alti, andatura sexy, ed altro ancora
    come a riscredersi o a pentirsi
    poi,
    però ritorna ..la sua donna

    RispondiElimina
  8. Per "cool e chic":
    Di cosa parli? Queste sono fantasie nella tua testa.
    I tacchi alti Armani li usava anche negli anni 90, così come i capelli lunghi li ha sempre fatti sfilare, magari raccolti.
    "Donne decisamente poco armaneggianti" per l'inverno 09.10? Ti sbagli alla grande: sono donne profondamente (e meravigliosamente)Armani in tutto. Il mondo di Armani non è mai stato soltanto di tailleur-pantalone!
    Spero vivamente che tu non pensi che sia solo l'andatura di una donna a renderla sexy! Ci vuole anche dell'altro. Augurandomi che tu non scambi sexy con volgare...
    E poi ancora "andatura pomeridiana"? Che bassa considerazione hai delle donne!!
    Sei molto poco cool e molto poco chic!

    RispondiElimina
  9. Boring. Quoto Marco :D

    RispondiElimina