venerdì 23 ottobre 2009

Le pagelle: MAURIZIO PECORARO SPRING SUMMER 2010


Una bellissima collezione quella disegnata da Pecoraro per il brand omonimo, un lavoro che conserva tutta la ricercatezza e tutta la sartorialità della moda romana.
Leggerissima, delicata, la palette vibra con note fruttate, floreali, con gradienti gentili di tinte dolcissime per poi brillare verso sera, con una livrea squamata di paillettes, sotto un manto di luce lunare. La collezione propone un climax di bellezza in forme fluttanti intenerite da mazzettini di chiffon che come pon pon colorati di cromie cipriate si posano su queste silhouette meravigliosamente anni 50.
"Le corolle colorate vengono ricamate su una rete di cotone, le piume assumono il peso della pelle metallizzata, le lunghe frange realizzate a mano danzano con i fiori, il lurex gessato viene posato sullo chiffon, l’oro e l’argento prendono la strada delle incrostazioni tridimensionali".
Tecnica e bellezza vengono coniugate sapientemente in un interessante equilibrio di linee, colori, soluzioni sartoriali e decorazioni, in una collezione che si conferma come una delle più interessanti della kermesse meneghina.
Maurizio Pecoraro mira, con il suo meticoloso lavoro, a creare lo stile senza tempo di tutte quelle donne che hanno (o avranno) la fortuna di vestire dei capi disegnati dal sua mano intelligente. Bella, davvero bella: un 8!

1 commento:

  1. Otto per me è troppo, io avrei dato un sette.

    RispondiElimina