mercoledì 19 maggio 2010

Es-cogito.

10 ore di laboratorio di incisione.
Un soffione scavato su una lastra di zinco con cui fare i conti tra inchiostri sabbia, verdi smeraldo, blu oltremare... tentativi tesi sotto un torchio, l'acido che scava le mani, i solchi sulle lastre... e le persone accanto a te che si raccontano con i gesti, le parole, le mani, gli sbuffi, la stanchezza: momenti rappresi catturati con la coda dell'occhio. Siamo agli sgoccioli, un altro anno se ne va e dalle mani quasi già ti sfugge il segreto di una tecnica appresa, il conforto del professore che si è liberato della scorza con la forza di un sorriso e di una pacca sulla spalla: "Bravo, ci vediamo venerdi". Qualcosa ti tocca, qualcuno ti ha scavato.
Ti porti a casa ogni momento, tutto scorre ancora lento come colla sul filo della schiena, s'appiccica... siamo un letto in cui far scorrere l'esperienza.
Kant diceva che l'universo è pensiero, esso è determinante ai fini dell'esistenza... ogni cosa esiste perchè è pensata. Quanto mi piacerebbe sapere di esistere negli altri.
Almeno per una volta: pensatemi!

10 commenti:

  1. Dovresti aprire un blog parallelo, tipo primaparete. E' molto interessante il tuo modo di descrivere. Hai una profonda capacità di attenzione, coltivala.
    In me esisti soprattutto quando tocchiamo certi argomenti...
    Buona giornata.

    RispondiElimina
  2. :-)
    Ci penso sempre... aprire un blog parallelo... per poche persone.
    Non vorrei però ripetere l'esperienza di Primaparete... il ritrovarsi a dover raccontare per riempire il vuoto di settimane non raccontate.
    Mi manca l'esperienza della scrittura a mano libera...del fluire nelle parole. E' una cosa che ho sempre adorato... una delle migliaia di cose che amo fare. Ma forse è meglio farne una sola... bene! Oggettivarsi fa brutti scherzi!

    RispondiElimina
  3. Potrebbe essere uno spazio che nutri soltanto quando ne hai bisogno, senza obblighi.

    Capisco anche che sei pieno di interessi e se li coltivassi tutti....potresti parlare di cucina creativa! (spero evitando il grembiule a mucca tipo la Clerici)
    Stai bene.

    RispondiElimina
  4. Si, sarebbe una bella idea ma... non lo so... vorrei pensarci bene prima... anche perchè il grembiule a mucca è allettante ma non potrei metterlo tutti i giorni per esempio... è troppo caratterizzante.
    Se sto bene? Io sto sempre bene!

    RispondiElimina
  5. ma certo che ti pensiamo, grazie per il blog :-)

    RispondiElimina
  6. Non trovo che dovresti limitarti, hai troppo talento espressivo per 'rinchiuderti' solo in pizzi e merletti... questo frammento così innocuo è già lancinante di suo, io non vedrei l'ora di vederti scrivere altro.
    Però, ovvio, a te la scelta!

    RispondiElimina
  7. @RV: Grazie... arrossisco!!!

    RispondiElimina
  8. Ma certo che ti penso.
    E quando scrivi così non possp che pensarti ancor più intensamente :)

    RispondiElimina