venerdì 7 gennaio 2011

Le pagelle: TOM FORD SPRING SUMMER 2011


Tanto rumore per nulla.
Una collezione blindatissima a cui sembrava avessero partecipato solo i servizi segreti e un gran ritorno che avrebbe dovuto imprimere per sempre un segno... ma l'unico segno tangibile lasciato è quello provocato dal catetere bucato di una delle quattro mummie riesumate da Tom Ford al grido di... "Beddhra mia, alzati e cammina". Il ritorno dei morti viventi dopo anni di sottospirito... mummificati in abiti cheap couture... a sirena... in millefrange e pattern leopardo... in un'eleganza epifanica... da befana vestita da pantera con un guardaroba che strizza l'occhio dagli anni 90 salutando con una voce rauca alla Amanda Lear. E in tutto questo Beyoncé che c'azzecca? Come se Francesco Scognamiglio decidesse di far sfilare per la FW 2011.12 Maria Nazionale o uno dei sette nani... Mammolo, Pisolo, Pupo... uno a scelta.
Terribile come una notte dopo un ciclo di Magnesia... nostalgica e tremendamente già vista è indicata per viados dai 30 anni in su e per tutte quelle che hanno il nome di battesimo che finisce con l'H. Un 4.

22 commenti:

  1. Concordo con Dudùh!!!
    aleh

    RispondiElimina
  2. rivoglio Ford da Gucci :'(

    RispondiElimina
  3. E' vergognosa...
    Da Gucci? Io lo vorrei alla De Cecco!

    RispondiElimina
  4. GIOVANNI DONATO7 gennaio 2011 19:18

    CARO DUDU' IO TI VEDREI BENISSIMO ALLA MULINO BIANCO...A RACCOGLIERE SPIGHE DI GRANO!!!

    RispondiElimina
  5. ma secondo me sei stato anche clemente
    cmq il target sono le over 50 snob e ricchissime vecchiarde americane
    ..da daphne in su..quindi cn una età direttamente proporzionale alla loro capacità di spesa.

    RispondiElimina
  6. Penso che se tu sei qui a scrivere un blog e lui è lì a disegnare collezioni un motivo c'è.
    Trovo la collezione bellissima e assolutamente all'altezza di Tom Ford.
    Tessuti meravigliosi, modelle bellissime e azzeccatissime e raffinatezza!

    RispondiElimina
  7. mi sembra che tu stia un po' esagerando!la sfilata è meravigliosa di buon gusto tessuti preziosi e le modelle favolose anche se come dici tu gia' visto ma SPAVENTOSAMENTE di classe.cerca di rileggere prima di scrivere grazie!!! come dice gioele se lui disegna e a disegnato per gucci e yves...e tu scrivi blog ci sara' un motivo

    RispondiElimina
  8. @Giovanni Donato: Vero... mi ci vedo anch'io con il grembiule a quadri e i capelli raccolti sulla nuca.

    @Ardi: Si si, clemente... ma sai... il debutto... spesso è solo una raccolta...

    @Gioele: Infatti... un motivo c'è... è che lui vuole fare lo stilista... a me quest'idea non è mai passata per la testa.
    Tessuti meravigliosi? Mica li tesse lui... quelli si comprano. Per quanto riguarda le modelle... bah... a me ricordano l'antico Egitto. Una collezione pretenziosa... quindi disgustosa.

    @Anonimo: si scrive "ha disegnato"... il verbo avere alla terza persona necessita della H.

    RispondiElimina
  9. io Dudù la penso esattamente come te, e sono stato preso per pazzo quando ho osato dire che questa collezione è una cagata pazzeca.
    Non mi stupisce infatti che, appena andato via da Saint lauren, abbia disegnato il menswear, che sanno anche i muri essere cristallizzato da decenni negli stessi capi, e non mi pare che con le sue innumerevoli collezioni dedicate allo stile playboy degli anni 70 che vive a palm beach lo abbia mai rivoluzionato.
    Se ad uno di questi capi affianchi un capo di Gucci o saint lauren d'annata e metti la didascalia tom ford 2011 non si noterebbe la differenza. Un palese recupero d'archivio, nessuna innovazione, solo tanto (troppo) marketing. Del resto Ford è sempre stato capace a fare solo quello.

    RispondiElimina
  10. @Nicola: Grazie Nicola... un bel contributo. Inutile dire che la penso esattamente come te.

    RispondiElimina
  11. caro Dudù visto che hai detto che non pretendi di fare lo stilista intanto la scelta dei tessuti è fondamentae per una collezione,puoi anche avere i modelli piu' belli del mondo ma con tessuti orrendi non valgono e non dicono nulla!ma tu questo ovviamente non puoi saperlo perchè non studi moda,1a prima collezione puo' essere anche mettere assieme i punti cardine del proprio stile,inoltre la collezione non sara' magari avanguardiosa ma nessuno lo pretendeva da tom ford visto i suoi precedenti da gucci, è bella portabile ed è ford,è ammirabile il fatto di avere usato non solo delle top, ,ma il fatto di fare indossare i suoi capi a donne di diverse eta' e corporatura voleva solo dimostrare e sottolineare ancora di piu'che era una collezione per ogni tipo di donna,questa è avanguadia!

    RispondiElimina
  12. Sisi.. certo... avanguardia... far sfilare delle mummie per calamitare l'attenzione dei media... e nn solo... Avanguardiosa? E che roba è? Una torta alla menta? Io più che parlare di moda fossi in te ricomincerei dalle elementari... che dici?

    RispondiElimina
  13. per parlare di moda ci vuole una certa competenza che tu non hai, sei talmente ignorante che se ti facessi vedere un lino e un cotone non sapresti nemmeno distinguerli,per parlare di moda nn basta guarda le sfilate su style.com inizia a frequentare una scuola e imparare le regole basilari per creare una collezione e poi ne riparliamo. Magari puoi frequentare anche la mia, ma nn so' se saresti in grado. Ah un'ultima cosa, per definire una collezione cheap couture dovresti vedere e toccare i capi, parlare di una collezione senza le competenze necessarie credo sia darsi delle competenze che tu non hai.

    RispondiElimina
  14. Dudù della Moda9 gennaio 2011 13:03

    Io penso che tu non sia in grado di andare oltre il tuo naso... che tra l'altro è abbastanza pronunciato. Forse non saprò distinguere il lino dal cotone, come magari tu non sai distinguere una e verbo da una e congiunzione (che è molto molto più grave)... ma so dire quando una collezione vale e quando no... perchè non c'è solo la scelta del tessuto... ma esiste anche il saperlo far garbare su un corpo, creare suggestioni, rendere le forme intelligenti, saper anticipare e fare ricerca. Sono in pochi a saperlo fare... sono in pochi a saper distinguere una buona collezione da una collezione con un buon nome... e la tua preparazione culturale non ti permette di accorgerti che qui c'è solo un buon nome e tanti tanti lustrini. Frequentare la tua scuola? Mamma mia... l'istruzione ormai è in mano a cani e porci. Ciao cara (diminutivo di carogna ovviamente).

    RispondiElimina
  15. Anche per Chanel e Jean Paul Gaultier hanno fatto sfilare donne vecchie e grasse.. Ma nessuno dice nulla..
    http://images.style.it/interactive/imgs/sfilate/pe-2011-pre-collezioni/chanel/collezione/HQ/chan_011.jpg
    http://images.style.it/interactive/imgs/sfilate/pe-2011-collezioni/jean-paul-gaultier/collezione/HQ/00070h.jpg

    RispondiElimina
  16. la domanda piu' spontanea e':perche' perdete tempo in questo inutile,stupido,privo di contenuti blog,che neanche la peggiore delle sciattone si sognerebbe di guardarE??dudu:SEI OUT!!!!!

    RispondiElimina
  17. dudù un modesto studente dell'accademia delle belle arti che si erge a critico di moda e da voti a maestri senza avere alcuna competenza.. perchè non ti dai anche alla creazioni di un simpatico blog sull'analisi grammaticale per aiutare i ragazzi sfortunati come me che non hanno la capacità di esprimere correttamente i propri pensieri?! Ma tornando a Tom Ford: sapienza estetica, sartoriale.. un ottimo nome! E un consiglio: i voti lasciali a cani e porci come Anna Wintour, tu non sei nessuno.

    RispondiElimina
  18. Ancora? Please... Nessuno? Pensavo fossi tu l'anonimo.

    RispondiElimina
  19. LA LIBERTA' DI PENSIERO E' SACROSANTA NESSUNO DOVREBBE NEANCHE LONTANAMENTE PERMETTERSI IL LUSSO DI INFICIARE UN VALORE COSI' ASSOLUTO.
    @ANONIMO: ANZICHE' SPUTARE VELENO A CASA DEGLI ALTRI CHE GIA DI PER SE E' COSA GRAVE E DI CATTIVO GUSTO "...COSA CHE UN SEDICENTE STILISTA COME LEI DOVREBBE EVITARE A PRESCINDERE DAL FATTO CHE FREQUENTI L'ISTITUTO AGRARIO O LA SCUOLA PER SARTINE ESTROSE" FOSSI IN LEI LA PROSSIMA VOLTA ANZICHE' SCADERE IN VOLGARITA',INSULTI ED INUTILI ECCESSI DI ZELO COME LA MENATA DEL LINO E DEL COTONE... MI IMPEGNEREI A MANTENERE UN TONO PIU' PACATO E SOPRATTUTTO NON CEDA ALLE PROVOCAZIONI(CHE QUI SONO DI CASA POICHE'CARBURANTE PER LE DISCUSSIONI)A FRONTE DI QUANTO APPENA SVELATO :-0 DUNQUE SI IMPEGNI PER LA PROSSIMA VOLTA AD ARGOMENTARE MEGLIO I SUOI PUNTI DI VISTA SENZA SCADERE IN QUEGLI SGRAZIATI E SGRAMMATICATI INNI DA STADIO. AH DIMENTICAVO SORRIDA NE HA UN DISPERATO BISOGNO!!!
    (UN MOLARE MANCANTE NON SARA' POI LA FINE DEL MONDO!)

    NB: TOM FORD HA DATO TANTO ALLA MODA MA SIA BEN CHIARO CHE A NESSUNO VENGA MAI IN MENTE DI SVEGLIARSI UNA MATTINA E DECIDERE DI METTERE SU UNA COLLEZIONE ...LA COSTANZA E L'ESERCIZIO IN QUESTO MESTIERE SONO FONDAMENTALI E' COSì CHE LO STILE SI AFFINA E LA CIFRA ACQUISTA SPESSORE, NON C'E' ALTRO MODO. LA COLLEZIONE INFATTI RIFLETTE L'ASSENZA DI QUELLO SCARTO DI CREATIVITA' CHE IN QUESTI ANNI NON SI E' VERIFICATO PROPRIO PERCHE' FORD NON SI E' ADOPERATO IN TAL SENSO. NON C'E' TEMPISMO NE CONTEMPORANEITA' IN QUELLE PROPOSTE ED OGNI COSA O DETTAGLIO APPARE INESORABILMENTE OBSOLETO...

    RispondiElimina
  20. dudu'sei fantastico....ma quanti matti ci sono in giro!

    RispondiElimina
  21. Mi sono imbattuto per caso sul tuo blog perchè cercato delle foto su Tom fORD!
    Fai solo battute a raffica da togliere il fiato una dietro l'altra, sei più adatto a fare una sorta di zelig di quartiere.

    Ciao
    Franco da Mantova

    RispondiElimina
  22. Evidentemente il fiato non te l'hanno tolto tutto...
    Grazie del commento.

    RispondiElimina