lunedì 28 marzo 2011

Le pagelle: BLUMARINE FALL WINTER 2011 2012


Un esempio di come spesso tanto rumore è per nulla: dopo gli tsunami, i monsoni e l'anticiclone delle Azzorre... Anna Molinari per Blumarine. Manuel Agnelli cantava "Niente è per sempre": meno male mi verrebbe da dire... nonostante la collezione sia più semplice e meno grave del solito niente giustifica la presenza di questa sorta di revival Oviesse alla settimana della moda milanese. Una mazzata di trench iniziali lascia subito spazio a maglioncini a costine, gonne e abitini mordi e fuggi, essenziali nelle linee basic e uniformi nei colori, arancio, giallo, verde acquoso, azzurro intenso e viola, per poi cadere nella tentazione del pizzo da battaglia, anch'esso vivace nei colori e tessuto con i motivi floreali a rosa molto cari alla stilista. L'animalier viene accantonato per la tinta unica con un mood che ricorda i regoli delle elementari sia per le forme che per i colori... adatti per le prime facili operazioni in colonna, per tirare due conti e per capire che l'artisticità in casa Blumarine è come la befana (o Iva Zanicchi): non è mai esistita. Un 5.

6 commenti:

  1. ottimo commento, non piace nemmeno a me, hai fatto bene a mettere 4 :)

    RispondiElimina
  2. 4 o 5
    ripeto qui si beve pesantemente!

    orrenda.

    RispondiElimina
  3. santo cielo!se devi fare qualcosa si minimal e lineare fallo bene altrimente sembra veramente l'ultima collezione dell'oviesse!!!!concordo pienamente dudù!!!!io avrei dato anche 0!!!

    RispondiElimina
  4. Se dovessi esprimermi tenendo conto dei miei gusti per me la collezione vale meno di zero... ma in generale tenendo conto dello spessore e della storia di Blumarine per me è un 4.

    RispondiElimina
  5. perchè Blumarine ha una "storia"? o_o

    RispondiElimina
  6. 1977-2011
    34 anni come li chiami?

    RispondiElimina