lunedì 17 ottobre 2011

Le pagelle: VERSUS SPRING SUMMER 2012


Quando é più Versace Kane di Donatella.... Christopher ha la capacità innata, che una volta era di Gianni, di creare dei capi cult altamente desiderabili, che fanno sorgere la voglia compulsiva di comprare e collezionare. Non è questo il caso, non si parla di una collezione iconica, ma tra gli innumerevoli outfit mandati in passerella c'è il pezzo che rimane negli occhi e diventa distintivo di una stagione, quella di casa Versace: abiti di striscie libere, origami morbidi e stampa pixel. La collezione, giovane e molto vendibile, è di matrice principalmente sportiva infatti attinge sia dallo sporty sia dalla computer graphic molte delle ispirazioni presenti traducendole in capi immediati, facili, anche quando sono ipercostruiti (delizioso l'abito al centro del collage, modulato con striscie cucite a fisarmonica, fissate su collo e vita, in black and white). La silhouette è minuta, si protende per il corto che lascia nude le gambe, le spalle piccole ed i tessuti leggeri, opachi o sporadicamente lucidi: bianco, nero, celeste acquoso con movimenti grafici di giallo, blu. Più interessante delle collezioni-madre di Kane e Donatella, non realizza un sogno vero e proprio ma fa nascere una buona dose di desiderio. Un 7.

3 commenti:

  1. come al solito le collezioni di kane ed in particolare di versus mi lasciano a bocca asciutta!!

    ALEXANDRE

    RispondiElimina
  2. Collezione carina ma stilisticamente meno d'impatto rispetto alle precedenti...io non amo molto lo stile di Kane,però le passate collezioni idi Versus mi sembravano più glamour di questa,che trovo invece un pochino scialba...

    RispondiElimina