lunedì 19 ottobre 2009

Le pagelle: SALVATORE FERRAGAMO SPRING SUMMER 2010


Cristina Ortiz firma questa sua ultima collezione Salvatore Ferragamo con l'eleganza e una macumba.
Fluida e ricercata più di Mario Pacheco Do Nascimento ha un corpo di pelle e tessuti spesso tagliati al laser (meraviglioso l'effetto della pelle tagliata a squama di coccodrillo) che comunicano un'incantata leggerezza anche grazie alla morbidezza dei toni rassicuranti del giallo limone e del grigio polvere, al calore denso del rosso. Discreta e lineare la collezione si ingravida di riferimenti alla cultura masai (è singolare prendere atto di quanto una banda di truzzi col pisello e le tette scalate abbiano da insegnare alla Ortiz e ai designer occidentali), specialmente nella seconda parte, quando le silhouette diventano più affilate, strutturate e contrastate nella corposità dei tessuti trasparenti e coprenti grazie alla sovrapposizione di più capi secondo una studiata verticalità, quando i volumi, cinetici, sembrano citare le forme futuriste della scultira di Boccioni.
Le decorazioni sono leggerissime per non appesantire il capo, si sovrappongono solo intorno al collo per riprodurre gli ornamenti circolari tipici delle donne masai qui resi con sottilissimi fili ricamati concentricamente o con delle leggerissime mantelline semicircolari.
La tribù disegnata dalla Ortiz è un esercito di donne fruscianti nelle loro giacche di organza trasparente o nella pelle leggera e colorata come la nappa, completa grazie agli accessori come le borse (la clutch bag si ripiega su se stessa) e ai sandali dorati, preziosi, realizzati con pelle di coccodrillo, lucertola e pitone.
A me la collezione non piace eccessivamente, sia per la scelta cromatica (che mi ricorda una palette adoperata qualche stagione fa), sia perchè a mio avviso essa manca di un'anima corposa, delineata, di quell'identità che rende una collezione memorabile, non passeggera. C'è però chi sicuramente apprezzerà questo linguaggio pulito, elegante e freddo... e tra un 8 e un 9, non lo so, do un 9 (che comunque non sento mio)!

7 commenti:

  1. ma si, forse hai ragione, non osero mai comprare quella cape....ma il fatto è che io sono eighties da sempre.... e anzi detesto questa nouvelle vague 80 alla balmain che corrompe tutto... trovo quella cape sublime perche sembra un Sprouse piu che un MJ....e poi un capo cosi chi lo dimentica se te lo vede addosso ! Comunque mi sa che pregherò per poterne comprarne una in saldi fra un (bel) po.....da fare riposare nell'armadio magari per tirarla fuori poi... pero è stupenda xD. Pero cosa intendi con " sul mercato c'è di meglio " ? Infatti l'idea geniale sarebbe farmela copiare da un sarto, magari in un colore ancora piu interessante.... hmm.... ^^

    La Grecia vale la pena, ma sicuramente piu le isole... atene per due giorni puo essere carinissima ma è una città abbastanza sgradevole...noi ce la siamo spassata tantissimo perche vabbé, se sei in tanti e gggggggiovani ( alla Moccia xD ) ti diverti sempre, ma penso che non valga la pena di passarci piu di qualche giorno, a parte per i musei che sono stupefacenti !

    Buona settimana, fra un'ora scappo per Madrid !
    Besos !

    RispondiElimina
  2. Insomma, sei sempre in giro tu eh? Non ti fermi mai? A noi quest'anno il viaggio è saltato... saremmo dovuti andare a Marrakech da alcuni amici che hanno un resort però per colpa mia (laurea poi saltata) non se n'è più fatto nulla. Ora c'è la specialistica, il mio compagno ha cominciato a lavorare... e non se ne parla proprio. Abbiamo passato solo 4 o 5 giorni nella casa al mare... è stato molto bello.

    La cappa... ti prego... al massimo fattela cucire... ma spendere un patrimonio per una cosa così semplice non ne vale la pena. Sul mercato c'è di meglio... nel senso che esistono dei pezzi molto più interessanti e anche a minor prezzo che magari un sarto non potrebbe cucirti: io punterei su quello, negli outlet ormai si trovano cose interessantissime e molto più "strutturate".

    Se dovessi decidere di fare il gran passo io mi aspetto una tua foto sulla mail ovviamente.
    Cos'hai contro Balmain? Vuoi litigare? Eh? Eh? ;-D

    RispondiElimina
  3. Invece il nove è azzeccatissimo, io avrei dato anche dieci. Ma solo io lavoro sempre? Vittorio.

    RispondiElimina
  4. Bellissima collezione. Punto più, punto meno è una delle migliori di Milano (per me).

    RispondiElimina
  5. veramente carina e portabile cm collezione.
    metterei subito quei pantaloni e il fermaglio per la coda...

    RispondiElimina
  6. @Elia: ma la coda non ce l'avevi già?

    RispondiElimina
  7. ahhhhhhhh! -_-"
    avendo i capelli lunghi ne avrei veramente bisogno ;*

    RispondiElimina